Google Ad Grants: un'opportunità per farci conoscere in rete! Di Erika Cesaro

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

 

"La nostra associazione è beneficiaria di un premio Google Ad Grants. Il programma Google Ad Grants sostiene organizzazioni non profit registrate che condividono la filosofia dei servizi rivolti alla comunità propria di Google per aiutare il mondo in settori quali scienza e tecnologia, istruzione, salute pubblica globale, ambiente, patrocinio dei giovani e arti. 

Google Ad Grants è un programma pubblicitario in natura che offre a organizzazioni non profit una concessione per l'utilizzo di pubblicità gratuita tramite Google AdWords."

Queste sono le parole che sono autorizzata a pubblicare in merito a Google Ad Grants e al fatto che siamo stati accettati nel programma Ad Grants... ma credo che molti di voi non abbiano ancora capito di cosa si tratta.

In poche parole quando qualcuno di voi prossimamente cercherà in internet, ad esempio, "adozioni a distanza" o altri termini equivalenti o similari, troverà, nei risultati di ricerca, tra altri annunci in testa alla pagina, anche il nostro annuncio, che rimanda direttamente al nostro sito.

Vogliamo farci conoscere (per ricevere aiuti e donazioni!) da chi ci è vicino ma anche a chi ci è lontano, in particolare a chi non sa nulla dei nostri progetti, dei nostri obiettivi e delle nostre mille attività e iniziative per l'aiuto e il sostegno di tanti bambini e famiglie in Africa e non solo, ma anche alla realizzazione di progetti di sviluppo di tante comunità in Africa e non solo (costruzione ospedali, scuole, infrastrutture ecc...). 

Perché scegliere di donare aiuti e sostegno ai nostri progetti e non a quelli di mille altre associazioni?

L'importante non è tanto a quale associazione si decide di donare, (per fortuna, siamo in tanti!!!) ma, è trovare l'associazione giusta per se, quella più in linea con il proprio modo di pensare e intendere il volontariato, quella che ci infonde fiducia, trasparenza, affidabilità.

Credo che la nostra associazione sia una realtà da conoscere, all'interno di un mondo vario e ricco di colori e di tante iniziative rivolte a bambini, famiglie e comunità in cui le cure sanitarie sono un lusso che non ci si può permettere, la scuola un sogno ad occhi aperti, e il desiderio di una vita migliore è un miraggio nel deserto...

Siamo solo all'inizio... e ce la metteremo tutta!

Pranzo di beneficenza pro-Africa: Domenica 30 Novembre non mancare! Di Maria Teresa Miante

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Vi ricordo un appuntamento di condivisione e di gioia: Domenica 30 Novembre 2014, alle ore 12,30 l'associazione organizza un pranzo di solidarietà a Padova presso il centro parrocchiale di San Bartolomeo Apostolo di Montà: il ricavato andrà devoluto per:

-acquisto di latte e medicinali per la casa di accoglienza dei bambini in Guinea Bissau

-sostegno alla casa famiglia Asnakesh di Awassa (Etiopia)

Ci avviciniamo al Natale, e, se volete davvero fare un dono speciale per Natale quest'anno, questa è la vostra occasione!

Prenotate, prenotate, prenotate! Possibilmente entro il 24 Novembre, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure ai recapiti telefonici che vedete indicati nella locandina!

Vi aspettiamo numerosi!!!

Perché vai in Africa? Di Mattia Marchiori

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

‘’Perché vai in Africa?’’.

In molti prima della partenza mi avevano posto questa domanda che spesso mi metteva a disagio..’’Perché vai in Africa?’’. ‘’Per vedere una realtà diversa’’ ho risposto, cercando di concentrare in due parole una ragione profonda che non avevo ancora veramente esplorato.

Al mio arrivo in terra d’Africa, il 16 agosto 2014, insieme ad una parte del gruppo e dopo un volo dall’Italia di circa 10 ore, ci attende Padre Marco Turra, missionario della Consolata. Grazie alla sua disponibilità ci farà da ‘’guida’’ per l’intero ‘’viaggio’’ integrandosi a meraviglia tra noi.

Era il mio primo campo di conoscenza con l’associazione ‘’Nuova Famiglia’’, anche se in Africa avevo già trascorso varie esperienze da turista.

La tappa principale in programma quest’anno è stata il villaggio di Manda, 7 giorni in cui ho vissuto emozioni grandi ed intense che mai scorderò. Qui ho scoperto l’Africa della gente vera che ci vive, l’Africa fatta di grande dignità! Subito m’innamoro dei bambini, sono tanti e sono dappertutto. Con i loro occhioni grandi e dolci e con i loro meravigliosi sorrisi mi impartiscono subito la prima delle tante lezioni di vita che hanno saputo offrirmi durante tutta la permanenza. Gli sguardi di questi piccoli e gioiosi batuffoli mi fanno capire subito che probabilmente sono arrivato in Africa con un po’ di presunzione! Questi bambini sono felici, e lo capisci al primo sguardo, sono ricchi di qualcosa, che noi non ci possiamo nemmeno immaginare...

Il seguito, nel prossimo numero di Parliamo Africa!

Sister Margaret e la clinica di Dakuna, Etiopia. Grazie all'UMMI per l'aiuto nella raccolta dei materiali.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Anche quest'anno, come accade ogni estate dal 2007, un gruppo di volontari dell'associazione Nuova Famiglia Addis Beteseb ONLUS, è partito per un viaggio, destinazione Etiopia, con l'intento però non di fare una bella vacanza turistica ma di fare un viaggio di conoscenza, scambio e di aiuto in terra africana.

I volontari portano con se aiuti, fondi e materiali a sostegno dei vari progetti di sviluppo in cui è impegnata l'associazione, progetti destinati alla costruzione di scuole, cliniche e servizi in una delle zone più povere dell'Africa equatoriale: il Guraghe.

E' proprio qui che sorge la clinica di Dakuna, gestita da Suor Margaret che, con pazienza e dedizione segue tutte le attività della clinica. Lo scorso anno la "clinica" era composta da appena poche stanze, malmesse e in pessimo stato dal punto di vista igienico. Nonostante tutto, in queste stanze si svolgevano le attività più disparate, esami diagnostici, visite, controlli e anche le nascite dei tanti bambini che popolano numerosi questa terra.

Gli strumenti medici erano scarsi e i materiali, utili alla normale gestione di semplici esami e piccoli interventi, spesso mancanti. Mancano garze, siringhe, alle volte mancano disinfettanti e altri materiali. Mancano strumenti per la misurazione della pressione, camici da lavoro per il personale.
Quest'anno durante il campo di conoscenza i volontari hanno portato a Dakuna un vero e proprio tesoro, raccolto grazie all' insostituibile aiuto dell'UMMI (Unione Medico Missionaria Italiana, sede di Verona), che in tempi brevissimi ci ha fornito di tutti i materiali di cui ha fatto richiesta la clinica: camici, misuratori di pressione e altri piccoli materiali e strumenti, che sono partiti nei bagagli dei nostri volontari!

La clinica oggi si è ingrandita, è stata spostata in una nuova struttura, più ampia, e completamente nuova, costruita grazie ad un progetto di aiuto . La clinica sta diventando, giorno dopo giorno, un vero e proprio punto di riferimento per le comunità vicine. I primi strumenti che verranno utlizzati sono proprio quelli raccolti grazie all'aiuto dell'UMMI!

Grazie per il vostro aiuto e sostegno. Confidiamo nel proseguo della nostra collaborazione perché in questi casi, l'unione fa davvero la forza!

 

GRAZIE!

A Gilberto e a tutti coloro che collaborano, aiutano, lavorano in questa associazione.

Per saperne di più: VISITA IL SITO DELL'UMMI

La video testimonianza di Sara, Tanzania 2014

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Cara Sara,

ancora una volta ci hai colpiti con la tua video-testimonianza del campo 2014. Dico "ancora una volta" perché ricordo il video che avevi fatto, con tanta dedizione, lo scorso anno, dopo il nostro rientro dall'Etiopia al campo 2013.

Gli scatti raccolti e i piccoli contributi video inseriti ci fanno vivere un pezzo del campo insieme a te e insieme a tutto il tuo gruppo, in Tanzania.

Presto inizieranno gli incontri formativi per il campo 2015, speriamo che il tuo video faccia breccia nel cuore di qualcuno, e che magari aiuti a trovare la motivazione e la giusta spinta per decidere di partire, per fare questa esperienza, unica nel suo genere, di cui si farà tesoro per tutta la vita.

GUARDA IL VIDEO CLICCANDO QUI!

Buona visione!

Campi di conoscenza 2015! Iniziano gli incontri!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il giorno 22 novembre 2014, alle ore 16,00, presso la sede dell’Associazione in Piazza Carlo Leoni 11, Caselle di Selvazzano Dentro, si svolgerà il primo incontro conoscitivo in preparazione al campo di conoscenza in Etiopia e Tanzania per l’estate 2015.
Vi aspettiamo, anche con amici che volessero vivere l’esperienza.
 
Ciao a tutti.
Il Vice presidente
Babolin Ivo
 
Per maggiori info, visitate questa pagina.