Pronti? Si parte...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Siamo di nuovo vicini alla partenza.

Si riparte, destinazione Etiopia, la seconda casa della nostra associazione. Due volte l'anno, estate e inverno a seguire progetti, creare nuovi rapporti, nuove collaborazioni ma anche a smuovere vigorosamente quelle situazioni che sono come le gambe di un uomo invischiate nelle sabbie mobili. 

I preparativi, i pacchi e la raccolta di materiale di varo tipo per i volontari in partenza è sempre coinvolgente e ti fa rivivere per qualche istante le emozioni che senti prima di partire: un misto tra euforia e paura, tra gioia e preoccupazione, tra voglia di varcare il confine e voglia di restare qui, nelle proprie confortevoli abitudini. 

In Etiopia ma anche in Tanzania e in Giunea Bissau il viaggio è un vero viaggio e non, come dice Natalino Balasso, parlando dei viaggi moderni nei villaggi turistici, "uno spostamento di persone da un luogo X ad un luogo Y". Il viaggio, in questo caso, non è un banale spostamento di noi stessi e delle nostre comodità, senza mettersi in gioco e senza immergersi nelle vite di persone che si trovano a migliaia di kilometri di distanza, tutt'altro!

Si parte, sempre da zero, si vola e si atterra con la voglia di mettersi in gioco, offrendo tutto quello che di materiale c'è nei bagagli ma soprattutto quello offrendo la nostra comprensione, umanità, offrendo in fondo ciò che siamo, pronti e metterci in discussione e ad accogliere le sorprese del nostro cammino. 

Un po' di sana invidia c'è, per chi parte, e avrà la straordinaria occasione di rigenerarsi nel profondo, ancora una volta, in terra d'Africa...

In bocca al lupo ragazzi, siamo con voi! 

Auguri a tutti da Makanissa!

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E' passato il Natale, e anche Capodanno. Iniziamo il 2015 con una lettera piena di belle notizie che arrivano da Makanissa, Etiopia, con l'augurio che il 2015 possa essere un anno ricco di umanità, gioia, speranza... e di tanti piccoli miracoli, come questa lettera! 


Cari amici,
l'avvicinarsi delle Feste di Natale di Nuovo Anno intensifica il nostro pensiero di affetto e gratitudine per voi e la nostra preghiera per le vostre intenzioni. Vi porgiamo i nostri più cari auguri. Cogliamo inoltre l'occasione per ringraziarvi del vostro generoso contributo e per informare voi tutti del lavoro svolto grazie al sostegno che ci date presso la nostra missione di Makanissa. Come già sapete dai precedenti resoconti, i principali progetti che insieme a voi tutti stiamo portando avanti riguardano le scuole materne ed il programma di supporto alle famiglie.
1. LE SCUOLE MATERNE.
L'anno scolastico 2013-2014 si è concluso serenamente e, dopo la consueta pausa estiva, ha avuto inizio il nuovo anno 2014-2015 con 377 bambini:
- Makanissa (St. Mary's Nursery School) – 156;
- Furi (Pier Paolo Kindergarten) – 117;
- Kore (New Hope Kindergarten) – 104.
Auguri da Makanissa Grazie a tutti quei benefattori che aiutano direttamente le scuole materne, siamo in grado di garantire un'istruzione anche ai più poveri, i quali non possono permettersi di frequentare una scuola materna a pagamento.Oltre all'istruzione vengono garantiti: libri e altro materiale scolastico, una nutriente colazione, cure mediche, l'uniforme per i più poveri e la possibilità per le madri di partecipare ai vari programmi di recupero e sostegno da noi organizzati.Sono stati inoltre organizzati 2 workshop nei mesi di Luglio e Agosto, allo scopo di approfondire ed aggiornare le conoscenze delle maestre che lavorano presso la nostra scuola.
2. IL PROGRAMMA DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE
- Adozioni a distanza: si continuano a mantenere i bambini/giovani che rientrano nelle adozioni a distanza e che vengono sostenuti economicamente come singoli, ma anche perché facenti parte di un gruppo, come, ad esempio, il "Gruppo Orfani di Makanissa". Il mantenimento consiste nel provvedere al loro sostentamento attraverso un contributo economico mensile, il quale a volte serve anche come piccolo sostegno all'intera famiglia che, oltre a questo, può usufruire del rimborso per le spese mediche e per quelle scolastiche.
- Sostegno a 100 persone disabili affette da lebbra del villaggio di Kore.
- Sostegno ai giovani orfani molto poveri per frequentare i corsi universitari professionali.
- Programma di Micro Credito: più di 100 donne continuano con successo a gestire le proprie piccole attività assicurando così la sopravvivenza ai propri figli, tutto ciò grazie al prestito di cui godono, messo a loro disposizione dal nostro programma.
- Corso di alfabetizzazione per le mamme. Continua con successo e vede le donne coinvolte, sempre più motivate e soddisfatte. Le studentesse sono state più di un centinaio, hanno concluso l'anno scolastico 2013-2014 con successo ed hanno iniziato il nuovo anno con grinta, interesse e passione.
Effettuiamo visite alle famiglie per accertarci del buon esito dei nostri aiuti, per assicurare la nostra presenza là dove il bisogno chiama e per dare certezza ai nostri benefattori che la loro generosità sia utilizzata nel migliore dei modi, secondo stretti criteri di necessità. Quando il ciclo di assistenza scolastica o familiare si esaurisce per aver raggiunto i livelli desiderati, indirizziamo i nostri interventi verso altri casi.

Cari amici,
sappiamo bene che il vostro e nostro contributo non è che un soffio di speranza per un futuro migliore in questa amata terra. La gioia d'un solo sorriso di un bambino o la gratitudine di una madre, di un disabile affetto dalla lebbra, rappresentano un premio al nostro lavoro ed una ricompensa alla vostra generosità.

Che la nostra Madre Consolata benedica voi e le vostre famiglie e che vi riempia dei doni della sua bontà e del suo amore.

Buon Natale e Buon Anno.
Con grande stima e riconoscenza.


Comunità Missionarie della Consolata di Makanissa (Addis Abeba)
Suor Virgilia Rita Bandiera
Coordinatrice del programma


 

Cos'è, per te, il Natale?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Manca meno di una settimana a Natale.

Ho trovato diverse notizie interessanti che avrebbero meritato uno spazio nel blog, tra cui il compleanno di Papa Francesco (il 17 Dicembre), che sempre ci nutre con interessanti spunti e riflessioni; la nomina, in Inghilterra, della prima donna vescovo, che segna un grande passo evolutivo della comunità religiosa a livello mondiale, non solo della Chiesa protestante; avrei voluto scrivere qualcosa sulla presentazione dei Dieci Comandamenti fatta in RAI da Roberto Benigni, che apprezzo moltissimo come Arcobalenoattore e come uomo e che ha attirato a se tanta attenzione in questi giorni. E invece ho deciso di prendere una strada diversa. Mi sono chiesta cosa sarà per me, o cosa vorrei fosse quest'anno, per me, il Natale. 
Ed ecco qui, cosa ha ispirato e dato voce alla mia risposta.


Prima o poi, nella vita, si passa attraverso la pioggia, ma "non può piovere per sempre". E' matematicamente impossibile. Il sereno, inesorabile, prima o poi, arriva. Consapevoli di questo, allora che dobbiamo fare? La risposta è... nulla! 

Dobbiamo semplicemente vivere con fiducia, guardando avanti e cercando di "fare la pace prima di fare la guerra". Sembra quasi un pensiero banale, ma in realtà è una delle cose più difficili da fare. Se però ci impegniamo davvero a mettere in pratica questa semplicissima regola sono certa sarà un Natale migliore, per tutti, qui come in Africa.

 

 

Ma, in pratica, che significa?

 

Il perdono, sincero, rivolto a noi stessi per qualcosa di terribile che abbiamo fatto o di qualcuno che ci ha ferito tanto è come un cielo sereno che splende dopo la pioggia.

L'arrivo di un pasto, per un bambino che non mangia da giorni, è come un grande arcobaleno dopo giorni di tempesta. 

La cura di una malattia, è come un caldo sole dopo il freddo del temporale.

Aiutare un anziano a portare pesanti borse della spesa, è come il cielo terso dopo una fitta nebbia.

La costruzione di una clinica o di una scuola, dove prima non c'era nulla, è un vero raggio di sole che risplende nel cielo dopo tante nuvole che hanno versato tanta pioggia.

La nascita di Gesù sarà quest'anno come il sereno dopo la pioggia. Condivido con voi una filastrocca di un autore, Gianni Rodari, unico nel suo genere, che ha accompagnato la mia infanzia e che dipinge perfettamente, in modo semplice ma efficace questo pensiero.

DOPO LA PIOGGIA (G. Rodari)

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l'arcobaleno:
è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.
È bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.
Però lo si vede - questo è il male
- soltanto dopo il temporale.
Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?
Un arcobaleno senza tempesta,
questa sì che sarebbe una festa.
Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra.

 

E per te, cosa sarà, quest'anno, Natale? 

Mercatini di Natale e regali di solidarietà.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Adoro il Natale: luci, addobbi, decori, tutto cambia come per magia! Provate a cercare in rete informazioni sui mercatini di Natale... vi perderete nella miriade di siti e blog che forniscono informazioni, prenotazioni e viaggi per visitare i mercatini più famosi!

Oggi però quello che voglio proporvi non è il classico mercatino di Natale... si tratta piuttosto di una proposta interessante per chi è interessato, non solo a fare un giretto di perlustrazione alla ricerca di stimoli e nuove idee per i regali di Natale, ma per chi, quest'anno vuole dare un valore aggiunto al proprio regalo: fare un regalo solidale, che aiuta a raccogliere fondi per associazioni di vario tipo che si occupano di tante cose interessanti! Vi riporto qui alcune informazioni che ho trovato in rete, troverete anche una casetta in legno della nostra associazione, vi aspettiamo numerosi!


 

Queste'anno i tradizionali "Mercatini Natalizi" si terranno il 12/13/14 dicembre 2014 nella frazione di Caselle in Via Manzoni nei pressi della Chiesa.

Le bancarelle offriranno une'ampia varietà di oggettistica natalizia.
Non mancheranno iniziative per i bambini: sara' possibile consegnare la letterina di Babbo Natale a Babbo Natale in persona e il programma prevede il coinvolgimento dei Pony con cui sara' possibile fare una passeggiata.
In occasione delle'estrazione della lotteria ci sara' il pranzo comunitario.
La novita' piu' grossa e' rappresentata dai concerti e spettacoli serali.
Per informazioni 049.8733920

PER SCARICARE IL VOLANTINO CLICCA QUI.

Proemio Nazionale Samaritano. Un'iniziativa davvero straordinaria.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Oggi scriverò di un'iniziativa davvero straordinaria: il Proemio Nazionale Samaritano.

E' stra-ordinaria perché fa qualcosa che è fuori dal nostro ordinario: fa conoscere a tutti l'operato di quelle persone che agiscono con umiltà, gratuità e passione, persone sconosciute (nel senso che non si mettono sotto ai riflettori per farsi conoscere), che regalano una parte di sé agli altri e si sono prodigati in modo particolare in iniziative sociali, umanitarie e di solidarietà.

Dovrebbero moltiplicarsi iniziative come questa, perché diffondono quella che io definisco essere Informazione Positiva, che ci fa guardare al presente e al futuro con fiducia e amore verso il prossimo, quella che genera la contagiosa voglia di prendere queste persone come esempio di vita, che ci fa venir voglia di capire fino in fondo perché queste persone fanno quello che fanno e di prendere spunto dal loro operato per trovare ispirazione personale, ogni giorno.

Conosco diverse persone a cui vorrei dare questo "Proemio", per motivi diversi, e questo credo sia il mio tesoro più grande. Chissà, magari un giorno riceveranno il Proemio in via ufficiale, lo auguro a ciascuno di loro!

Potete scaricare il volantino dell'iniziativa CLICCANDO QUI.

I nomi dei vincitori dell'edizione 2014 li potete trovare LEGGENDO QUESTO ARTICOLO.

Le premiazioni si svolgeranno Sabato 6 Dicembre, alle ore 10 presso il Cinema Italia a Dolo (VE).

Buon Samaritano a tutti.

Papa Francesco e noi di Ivo Babolin

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E' uscito finalmente il nuovo Parliamo Africa! Lo abbiamo atteso con emozione, e l'attesa ci ha incuriosito e appassionato ancora di più. Ora che il giornale è uscito posso pubblicare alcuni contenuti, e vorrei partire proprio dall'editoriale, scritto da Ivo Babolin.

"Vorrei iniziare da dove ho terminato il mio discorso introduttivo al dibattito che si è svolto durante la nostra Festa dello scorso 28 Settembre. In quell’occasione ho detto, parola più parola meno: alcuni ci chiedono di invitare ai dibattiti delle personalità del sociale e del volontariato per rendere più interessante la mattinata della Festa. Solo se desse la propria adesione Papa Francesco, secondo me, varrebbe la pena, perché credo che nulla può essere più importante di quello che facciamo noi e di far conoscere le nostre attività. Papa Francesco, il 14 giugno 2014, parlando ai volontari di “Misericordie e Fratres” ha ammonito di essere informatissimi e disincarnati, di restare cioè passivi alle tantissime statistiche sulla povertà che abbiamo a disposizione. Troppe parole, troppe parole ma non si fa niente e questo è un rischio. Non deve essere il nostro caso e, parafrasando il seguito del discorso, dobbiamo andare per le strade senza pianificare gli ammalati, i poveri, gli invalidi ed i sofferenti che incontreremo. Ma dobbiamo fermarci ad aiutare diventando presenza solidale che soccorre. Questo editoriale non segue degli schemi, è atipico. Qui si ferma per non usare troppe parole e per suscitare curiosità in chi lo legge. L’Associazione è aperta tutte le sere, dal lunedì al venerdì, dalla 21.00 alle 23.30. Vi aspettiamo." 

Per chi non fosse ancora abbonato alla nostra rivista, scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con un piccolo contributo annuale potrete riceverla direttamente a casa e leggere di tante curiosità, storie e testimonianze di volontariato e di solidarietà.